Bologna, più sentieri e meno auto: il manifesto per i «Colli aperti»