Bologna, prime cene e apertivi in «zona gialla». Vuoti i locali turistici