Gli ambientalisti confutano i dati di Hera, Atersir e Regione: "Se il Palazzo li accetta, andremo dai cittadini"