"Io apro", i sostenitori del sì: "Una difesa del diritto a lavorare". Il fronte del no: "Non è la giusta protesta"