Una pratica urbanistica che rimbalza da 23 anni e il giallo del risarcimento milionario: cosa dice la sentenza